·   il percorso   ·

La preparazione
Nel corso dell'anno pastorale 2013-2014 saranno proposte alla diocesi tre tappe in tre settimane di avvicinamento al Sinodo. Scopo di queste “tappe” è di preparare le comunità e i cristiani al percorso sinodale e alla consultazione della Diocesi. La riflessione attivata da questo percorso di formazione ha come ulteriore obiettivo la costituzione dei gruppi di consultazione, detti "piccoli gruppi sinodali", che verranno interpellati, in seguito, dal Vescovo e che verranno iscritti in un “registro”.

La “grande” consultazione diocesana e i “piccoli gruppi sinodali”
Con l'apertura del Sinodo il 14 settembre 2014 e sino a settembre 2015, avrà inizio la consultazione diocesana che coinvolgerà in ogni parrocchia il numero più alto possibile di “piccoli gruppi sinodali” nei quali, un numero ristretto di persone, sulla scorta degli argomenti e delle questioni poste all’attenzione del Sinodo, darà un contributo di riflessione e di proposte al Vescovo.

Le sessioni sinodali e la votazione delle proposizioni e la promulgazione dei decreti sinodali
L’esito della consultazione diocesana sarà assunto dall’assemblea sinodale (i cui membri e organismi saranno stabiliti dalla commissione preparatoria), composta da persone elette dalle comunità e nominate dal vescovo, che farà un’operazione di discernimento e di sintesi di quanto emerso definendo delle proposizioni, orientamenti, che saranno sottoposti al voto dell’assemblea. Gli orientamenti approvati, saranno sottoposti al vescovo come risultato del Sinodo e il Vescovo potrà decidere se trasformarli in decreti vincolanti e assumerli come espressioni della sua autorità.